La soluzione del Caso supercomplesso del sig. Antonino

Il caso di Antonino è stato un caso realmente al limite, se non fossimo riusciti a rimediare con l’inserimento di 2 impianti dentali Pterigoidei, penso proprio, che il sig. Antonino non avrebbe trovato altra soluzione che portare una dentiera a vita nell’arcata dentale superiore. In questo breve racconto, Useremo un linguaggio di facile comprensione, senza usare il linguaggio tecnico, per tentare di far comprendere a chi stà a casa la complessità del caso, forse rendiamo un servizio a persone nelle stesse condizioni, per informarle dell’ unica in questi casi soluzione possibile.

Partiamo dal fatto che il sig. Antonino nella mandibola inferiore non soffre di particolari problemi e siamo riusciti in una mattinata a realizzare un classico all on 6 a carico immediato, con tanto di protesi fissa avvitata nella stessa giornata senza falsa gengiva.

Il problema è giunto, quando abbiamo dovuto risolvere il problema di edentulia dell’arcata superiore. Il paziente da diversi anni usava una protesi removibile, e questa con la masticazione nel corso del tempo hà consumato letteralmente tutto il suo osso, annientandolo completamente. Nei casi complessi generalmente se un paziente non desidera una dentiera e il suo osso premaxilla è categoricamente assente, si opta per la soluzione del caso clinico complesso inserendo gli Impainti Zigomatici, sino ad un massimo di 4, inserendone 2 per ogni zigomo, questo perchè per stabilizzare una qualsiasi protesi abbiamo bisogno di almeno 4 appoggi, come le ruote di una macchina rendendola stabile. La porticolarità di questo caso, la sua eccezionalità, sorge durante le misurazioni del diametro (spessore) dello zigomo del paziente, che risultava più piccolo (Sottile) della somma diametrale dei 2 impianti zigomatici (in poche l’inserimento di 2 impianti non ci stavano). Quindi non si poteva inserirli. Nell’eventualità, si sarebbero inseriti solo 2 impianti standard uno per ogni zigomo, con questa soluzione sarebbero mancati i fatidici 2 ulteriori appoggi per la stabilizzazzione della protesi, ma in mancanza assoluta di osso, come nel caso di Antonino non avremmo potuto percorrere. Come siamo riusciti a risolvere il fatidico caso? Con 2 impianti Pterigoidei, una tecnica molto complessa, che quasi nessuno in Italia esercita, vista la complessità e la pericolosità. Il nostro esperto settore Maxillo Facciale, esegue dopo uno studio accurato e preso tutte le misure al millimetro con tac sofisticate, per l’inserimento di 2 impianti dentali Pterigoidei, i quali una volta inseriti resteranno sommersi per un minimo di 6 mesi.

Una volta osteointegrati gli impianti dentali, il paziente che nel frattempo, portava una protesi fissa inferiore e una removibile superiore, eliminerà la removibile superiore per lasciare posto alla protesi fissa definitiva.

Risolvendo dopo appena 6 mesi tramite l’alta specializzazione delle nostre soluzioni, la scampata condanna a vita della dentiera superiore.

Al termine dell’Intervento, il sig. Antonino, vista la complessità del suo caso, ci sussurra a bassa voce in via confidenzale, che sarebbe dovuto andare dal Dentista Croazia a risolvere il proprio caso, il bello dice, che gli è stata preparato l’intervento per 4 zigomatici.